Nato a Caslano (Canton Ticino) il 16 luglio 1842, morto a Parigi nel 1914. La sua famiglia era originaria di Traversella (Aosta). Fu travolta nei fatti del 1821 e lo zio avvocato Giuseppe fu ghigliottinato. Il padre, Abbondio, riuscì a fuggire in Svizzera, dove gli nacque Luigi, che fu educato a Waebetu presso Berna, poi ad Ealias (Londra) e si laureò in architettura al Politecnico di Zurigo. Si dedicò alla pittura sotto la guida di Carlo Mancini e dell'Heilbuth e riuscì forte e geniale paesista, padrone dei suoi mezzi, arioso, brioso, composto e misurato. Dopo vari soggiorni a Roma, a Londra ed a Berlino, si stabilì ad Écoven (Parigi). Esordì alla Biennale Veneziana nel 1901, dove figurò con cinque opere: Vacche al pascolo; Guardiana d'oche; Abbeveratoio ad un villaggio francese; La pastorella e il cane; La mungitura. Quantunque stabilito a Écoven, apparve frequentemente anche alle mostre italiane. Nella Pinacoteca di Brera è conservata la tela Cavalli all'abbeveratoio e nella Galleria d'Arte Moderna di Milano: Pastorella e Tacchini; in quella di Roma: L'incontro; nel Museo Civico di Torino: Paese e L'Auier a Vichy; nel Museo del Lussemburgo a Parigi: Gardeuse de dindons, e nel Museo di Sheffield: Paisage uvee bétail. Un suo allievo fu Eugenio Gays.

Милан

Via Senato, 45

T +39 02 87 23 57 52

Mail: milano@enricogallerie.com

Генуя

Via Garibaldi, 29 R

T +39 010 24 70 150

Mail: genova@enricogallerie.com

©2015 ENRICO Gallerie d'Arte - All Right Reserved - P.IVA 00985970094 | Privacy Policy | Cookie Policy | Site Map