Nato a Milano il 10 luglio 1862. Di umili condizioni, poco potè frequentare l'Accademia di Brera, nella quale insegnavano il Bertini e il Casnedi. Fu dunque soprattutto autodidatta, e si formò al contatto dei migliori artisti del tempo, specialmente di Filippo Carcano. Si rivelò al pubblico nel 1883, all'annuale Esposizione di Brera, con un Ritratto del padre, e con Effetto di sole, paesaggio che nello stesso anno inviò a Roma, con Motta-rone sul lago Maggiore. Due anni dopo col grande quadro Alle cucine economiche di Porta Nuova, pure esposto a Brera e attualmente nella Galleria d'Arte Moderna di Milano, il Pusterla potè dire d'aver raggiunto la notorietà. Una replica delle Cucine Economiche, di minori dimensioni, faceva parte della collezione del comm. Paolo Ingegnoli pure di Milano. Successivamente l'artista espose: alla Promotrice Fiorentina del 1886: Vecchio pescatore; La questua dei poveri e Dopo una predica; a Venezia, nel 1887, le stesse opere : a Milano, ancora il Ritratto del padre e quello di Gustavo Macchi. Eseguì inoltre un'altra vasta tela, Le bevitrici di sangue, che presentò all'Esposizione di Brera del 1891. Intorno al 1898 il Pusterla emigrò e si stabilì a New York, dove importò la decorazione a graffito, con successo, senza tuttavia abbandonare il cavalletto, e dedicandosi anche all'acquarello.

Милан

Via Senato, 45

T +39 02 87 23 57 52

Mail: milano@enricogallerie.com

Генуя

Via Garibaldi, 29 R

T +39 010 24 70 150

Mail: genova@enricogallerie.com

©2015 ENRICO Gallerie d'Arte - All Right Reserved - P.IVA 00985970094 | Privacy Policy | Cookie Policy | Site Map