Nato a Monza l'8 gennaio 1856, morto a Magreglio il 18 ottobre 1919. Di modesta famiglia, giovanissimo frequentò l'Accademia di Brera dove ebbe per insegnanti il Casnédi e Giuseppe Bertini. La tendenza naturale al romanticismo lo portò a dipingere dapprima tele sentimentali e manierate, pur con sicura tecnica e ottima armonia di toni. Poi, in un secondo periodo, lo Spreafìco copiò dal vero, di preferenza i paesaggi della Brianza, e da ultimo quelli montani. Ebbe facile la rispondenza fra l'impressione visiva e la realizzazione pittorica. Ancora studente, vinse il concorso Hayez con due studi di nudo. Esegui numerosissimi dipinti, fra i quali si ricordano: Aprile; Pioggia di foglie autunnali; I fiori del sagrestano; Tramonto; Bosco e In processione, esposti nel 1881 a Milano; Quanto sa di sale lo pane altrui; Benedizione delle case; L'amore allo studio e Studio dal vero, espostivi due anni dopo; Ritorno alla cascina e Nel parco di Monza, inviati nello stesso 1883 a Roma; Nozze paesane; L'Ave Maria del mattino e Sabato, esposti a Torino nel 1884; In Cascina; Puerpera; Idillio e Mercato, presentati a Milano nel 1886; Gioie; Dolori e Lavoro, a Venezia l'anno dopo; Mamme contadine in giorno di festa, coi bimbi in collo, presentato per il concorso Fumagalli; Le rose del lago; Calendimaggio; A ftdgure et tempestate libera nos Domine. Espose anche a Bologna nel 1888. Del trittico La Sagra dei Morti, pure da lui eseguito, rimane solo una parte. Nella Galleria d'Arte Moderna di Milano si conserva il suo paesaggio Campagna lombarda; nella raccolta del signor Tornaghi di Monza, il quadro di genere I predestinati.

Милан

Via Senato, 45

T +39 02 87 23 57 52

Mail: milano@enricogallerie.com

Генуя

Via Garibaldi, 29 R

T +39 010 24 70 150

Mail: genova@enricogallerie.com

©2015 ENRICO Gallerie d'Arte - All Right Reserved - P.IVA 00985970094 | Privacy Policy | Cookie Policy | Site Map