pittore (Galla-rate, Milano, 1875 - Genova, 1945). Studiò all'Accademia Ligustica di Genova, città in cui la sua famiglia si era trasferita (1885), ed ebbe come maestro Tammar Luxoro. Nipote del valente pittore ed affreschista Giuseppe Craffonara (1790-1837) si appassionò alla tecnica dell'acquarello, per la quale è considerato un maestro. Fece parte della Famiglia Artistica Genovese e frequentò importanti pittori come Nomellini, Sacheri, Pennasilico, Bardine-ro, Motta ed altri. A C. si deve la trasformazione - attuata con i pittori citati - dello scantinato di Palazzo Gambaro in taverna del XIII secolo, detta Osteria del Falcone, ristrutturata e decorata integralmente (oggi sede del Banco di Chiavari in via Garibaldi).La sua fama è legata anche all'attività di grafico ed illustratore: realizzò manifesti, cartoline, collaborò alla prima pagina del giornale umoristico «Successo» e inoltre illustrò una riedizione dei Promessi Sposi, un romanzo di Salgari (Le avventure dei minatori dell'Alaska), novelle e racconti. Partecipò ripetutamente alle mostre degli acquarellisti lombardi, tenute a Milano, ed a numerose esposizioni in varie città italiane (Monza, Napoli, Trieste, Venezia...) ed europee (Anversa, Monaco, Parigi...); frequenti anche i viaggi di studio in Egitto ed in Sud America. Accademico di merito dal 1915, fece parte, stabilmente, del Consiglio dell'Accademia Ligustica. Esponente illustre della miglior tradizione vedutistica ligure, interpretata liricamente grazie all'uso dell'acquarello, ebbe tuttavia interessanti aperture verso il «moderno», come documentano alcune insolite scelte prospettiche. Opere Genova, Museo del Risorgimento. Genova-Nervi, Galleria d'Arte Moderna. Imperia, Pinacoteca Civica. Milano, Castello Sforzesco, Civica Raccolta delle stampe Bertarelli. Bibliografia A.M. Comanducci, II, 1971, p. 848; G.L. Marini in, Dizionario enciclopedico Bolaffi..., IV, 1973, p. 30; E. Bénézit, III, 1976, p. 254; V. Rocchiero, 1981, pp. 185-186; G. Bruno, 1981, pp. 55, 439 (con bibl.); Bolaffi, cat. n. 12, 1983, p. 153; P. Pallottino - F. Sborgi, in Dizionario biografico degli italiani, 30, 1984, p. 566; G. Costa, 1985, p. 28; G. Marcenaro (a cura di), genova, il Novecento, cat. mostra, Genova, 1986, p. 227; L. Araghi, C Genova, 1987.

Milano

Via Senato, 45

T +39 02 87 23 57 52

Mail: milano@enricogallerie.com

Genova

Via Garibaldi, 29 R

T +39 010 24 70 150

Mail: genova@enricogallerie.com

©2015 ENRICO Gallerie d'Arte - All Right Reserved - P.IVA 00985970094 | Privacy Policy | Cookie Policy | Site Map