Nato ad Albano Laziale il 24 luglio 1843 e morto a Venezia il 10 febbraio 1931. Dapprima allievo all’Accademia di Venezia del padre Karl, pittore austriaco, si forma in seguito a Roma, dove nel 1862 ottiene il pensionato. Dal 1888, ottenuta la cittadinanza italiana, si stabilisce definitivamente a Venezia. Partecipa alle più importanti rassegne collettive in Italia e all’estero, conseguendo numerosi riconoscimenti. Nel 1867, a Vienna, il dipinto Decamerone è premiato con medaglia d’oro; nel 1873, all’Esposizione mondiale della stessa città, riceve la medaglia di terza classe; nel 1888, il dipinto Caccia alla volpe nella Campagna romana è premiato con la medaglia d’oro all’Esposizione internazionale di Monaco; nel 1894, all’Interazionale di Dresda, ottiene la medaglia di seconda classe. Espone inoltre con continuità in Inghilterra (a Londra, alla Royal Academy, tra il 1875 e il 1891, alla Fine Art Society, alla New Gallery, alla Grafton Gallery, alla Arthur Tooth and Sons Gallery e alla T. Maclean; a Liverpool, alla Walker Art Gallery), a Parigi, Berlino, Bruxelles e San Pietroburgo. A Venezia, partecipa nel 1881all’Esposizione nazionale (Ninetta, Burattini in convento) e nel 1887 all’Esposizione internazionale (Ninetta); a Milano, nel 1894, alle Esposizioni riunite di Brera (Ritratto di signora); a Torino, nel 1898, all’Esposizione nazionale (Ritratto). E’ presente a tutte le Biennali di Venezia dalla prima edizione (1895) alla decima (1912), esponendovi soprattutto ritratti. Nel 1922, sempre alla Biennale, tiene una mostra personale di bozzetti preparatori, studi e disegni; seguono le rassegne postume del 1932 (Ritratto della moglie, I burattini al convento, Banchetto con Arlecchino e Pantalone, Sposalizio, Arlecchino, Festa in palazzo) e del 1935 alla mostra dei quarant’anni della Biennale (Ritratto della figlia, Ritratto, Paolina Prina De Blaas, Cane e gatto). Dal 1884 al 1890 è professore di pittura all’Accademia di Belle Arti di Venezia ed è membro del consiglio accademico. Le sue opere sono conservate in alcune delle principali collezioni pubbliche e private italiane e straniere, tra cui la Kunsthallen di Copenaghen (Scena in una bottega di sarto, 1876; Il buongustaio; Nozze a Murano), il Künsthistorisches Museum di Vienna (Una escursione a Murano), la Gemälde Galerie der Akademie der bildenden Konste di Vienna (Fiore proibito), il Museo Revoltella di Trieste (Ritratto della duchessa Ersilia Canevaro, 1881), la Wolverhampton Art Gallery (Al carnevale), la Russell-Cotes Art Gallery and Museum (Portatrice d’acqua veneziana), il Leicestershire Museum and Art Gallery (Un corteggiamento veneziano), la Sheffield City Art Galleries (Ritratto di ragazzo), il Victoria and Albert Museum di Londra (Testa di ragazzo) e la National Portrait Gallery di Londra (Ritratto di Philip Richard Morris).

Milano

Via Senato, 45

T +39 02 87 23 57 52

Mail: milano@enricogallerie.com

Genova

Via Garibaldi, 29 R

T +39 010 24 70 150

Mail: genova@enricogallerie.com

©2015 ENRICO Gallerie d'Arte - All Right Reserved - P.IVA 00985970094 | Privacy Policy | Cookie Policy | Site Map