Nato a Torino il 1° luglio 1876, vivente. Studiò sotto la guida di Vittorio Cavalieri, cercando di affermare la sua visione pittorica coi mezzi tecnici che solo il vero poteva dargli. Verista, dunque, tende a rendere la realtà nella poesia della luce e del colore. Il suo primo dipinto, Marzo, fu esposto nel 1903 alla Promotrice Torinese, ed acquistato dal pittore Vittorio Bussolino. Partecipò poi a tutte le più importanti mostre nazionali, ed espose anche al Salone di Parigi. Alcune sue tele sono conservate nei Musei Nazionali di Lima e di Montevideo. Si ricordano fra le sue opere : Ciao Piùsto; La nave carboniera: L'allarme: Vecchio lavoratore; Fra le alte vette; L'abbeveratoio, di proprietà reale; Vecchia Volpona, tela apprezzata al Salone nel 1924. Il critico francese Emilio Bernard così disse di lui : « È un uomo che ha per occhio un prisma.... La sua immaginazione è una tavolozza, la sua anima una tavolozza » : parole senza dubbio lusinghiere. Nel 1925 l'artista tenne a Genova una mostra personale nella quale figurarono quarantacinque opere, studi e impressioni dal vero, eseguiti a Gressoney La Trinità. Si notarono fra le altre: Bucato mattutino; Nebbie vaganti sulla Vincent Piramide; Ultimi raggi; Gressoney La Triniti; Tempo splendido. Nel maggio del 1933, in una mostra nella Bottega d'Arte di Livorno, egli presentò al pubblico quasi cento dipinti fra i quali, ancora una volta, i suoi caratteristici Mercati incontrarono il largo favore degli amatori e collezionisti.

Milano

Via Senato, 45

T +39 02 87 23 57 52

Mail: milano@enricogallerie.com

Genova

Via Garibaldi, 29 R

T +39 010 24 70 150

Mail: genova@enricogallerie.com

©2015 ENRICO Gallerie d'Arte - All Right Reserved - P.IVA 00985970094 | Privacy Policy | Cookie Policy | Site Map