Nato a Crespellano (Bologna) il 5 marzo 1853, morto a Torino l'8 novembre 1925. Trattò tanto il paesaggio quanto gli interni, ed espose in Italia e all'estero: a Torino, nel 1880, Sulla strada di Monteveglie; a Roma, nel 1883, Dintorni di Belluno; a Torino, nel 1884, Sul finire dell'estate; a Bologna, nel 1888, Campagna bolognese, acquistato da Umberto I. Nello stesso anno, all'esposizione di Palermo, venne premiato con medaglia d'oro per il suo quadro Pietra del paragone. Altri suoi quadri vennero acquistati dalla Casa Reale, tra i quali la tela Fra i colori. Un'opera sua si trova nella Galleria d'Arte Moderna di Bologna. Trattò valorosamente la scenografìa, e dipinse per lunghi anni le scene del Teatro Regio di Torino.