Nato a Cavarzere nel 1862, studiò all'Accademia di Venezia, discepolo di Pompeo Molmenti. Rapido, disinvolto e corretto esecutore di quadri di genere, si affermò molto giovane con Cuore dì popolana, esposto Torino nel 1884; poi presentò ancora, nello stesso anno, alla Promotrice di Firenze, Un campo a Venezia; e nel 1866, Testa di vecchio; pure nel 1886, a Livorno, L'approdo dei pescatori e In chiesa; a Venezia, nel 1887: L'ora del pranzo; Dal fruttivendolo e La xe sana; nel 1888, a Edimburgo, Venditrice di arance, e a Bologna II frutto proibito; a Chicago, nel 1893: Fruttivendola; Il più cattivo di tutti e Venditrice di limoni; ancora a Venezia, nel 1897, alla 2° Esposizione Internazionale, Primavera a Venezia; nel 1900, a Milano, La colazione; nel 1902, a Torino, Il vino; e a Saint-Louis, La prima comunione. Espose anche a Glasgow, e sono opera sua gli affreschi nelle chiese di Casale Scodovia e di Altura, in provincia di Padova.