Nato a Venezia il 28 aprile 1856, vivente. Frequentò l'Accademia di Venezia, poi fu per due anni a Verona, nello studio di Napoleone Nani, che lo aiutò anche finanziariamente. Nel 1878 si recò a Trieste, dove trascorse un anno di dura lotta per l'esistenza. Esordì nel 1881 all'Esposizione di Milano, con Nonno offre e Venditrice di zucche. Poi espose, ancora a Milano, Le periate nel 1883; a Venezia, nel 1887, Un traghetto a Venezia e Vorla montar?; nel 1895, Fabbricatori di penitenze, e da allora in tutte le Biennali di quella città; Pope, ora a Palazzo Pitti in Firenze, dove trovasi con Alla benedizione; Uno sposalizio a Venezia, che ora è nella Galleria d'Arte Moderna di Roma con La colazione del gondoliere e Testa di vecchio. Nel 1903 iniziò una nuova attività; l'imitatore del Favretto, che si era fatto ammirare per i gustosi quadri di genere, nei quali aveva sempre più dimostrato l'affinarsi della sua tavolozza e il progressivo acquisto di una delicata e personale individualità artistica, divenne ritrattista. Si citano i ritratti più noti, tutti passati per le esposizioni della Biennale Veneziana: Il conte Giuseppe Volpi; Riccardo Selvatico; Cav. Attilio Marzollo; Sen. Pacifico Ceresa; signor Maggioni; La madre del pittore; S. S. Pio X; Giosuè Carducci, quadro notissimo, esposto nel 1905 e poi nel 1907, dopo la morte del Poeta : questi ultimi due dipinti sono nella Galleria d'Arte Moderna di Venezia, coi ritratti di Lorenzo Perosi e quello citato della Madre del pittore. L'attività del Milesi non conobbe più soste : egli ritrasse ancora : Barbara Marchisio; S. E. Luigi Luzzatti; Ceccardo Roccata-gliata-Ceccardi; Silvio Zambaldi; sua figlia Lina Becker; la signora Antonietta Bazzoni; la signora Linda Fradelet to; Antonio Fradeletto; Emma Gramatica; Virgilio Brocchi; Marta Abba; S. E. Giovanni Giuriati. Né ha abbandonato per questo il quadro di genere, che lo fece conoscere, e ad esso ritorna sovente, come in: La regata; Gli scaricatori del sale; La «dosa»; La Modela; Nineta; Al «Floriana del '700; Comitiva gioconda; La nuova generazione; Amori veci; Primi amori; Papà lontano; Bau....sette; El bocolo de San Marco. Nel 1912 fu tenuta a Venezia una mostra individuale nella quale figurarono trentotto sue opere: fra esse, La barca del papà e il Ritratto del senatore Molmenti sono nella Galleria d'Arte Moderna di Milano.

print

contact us

vedi scheda

Milano

Via Senato, 45

T +39 02 87 23 57 52

Mail: milano@enricogallerie.com

Genova

Via Garibaldi, 29 R

T +39 010 24 70 150

Mail: genova@enricogallerie.com

©2015 ENRICO Gallerie d'Arte - All Right Reserved - P.IVA 00985970094 | Privacy Policy | Cookie Policy | Site Map