Nato a Torre del Mangano (Pavia) il 28 marzo 1887, morto a Besano (Varese) il 7 luglio 1953. Apprende i primi rudimenti dell'arte nella Scuola Civica Pavese con il Michis, che abbandona all’età di tredici anni per seguire, in qualità di aiutante, l’artista Cesare Maroni con il quale affresca la Chiesa di Besano a Varese. Nel 1910 riprende gli studi a Milano, frequentando le lezioni serali della Scuola di Decorazione Professionale dell’Umanitaria, tenute da Luigi Rossi e Giovanni Buffa, e dell’Accademia di Brera, tenute da Giovanni Battista Borsani e Angelo Lorenzoli, lavorando nel contempo come decoratore di ville e meccanico tornitore. Dal 1921, dopo essersi sposato con Rosa, dalla quale avrà due figli, si stabilisce a Besano, in provincia di Varese, e da questo momento si dedica solo alla pittura; il mercante d’arte Giuseppe Zecchini, che svolge la sua attività in un negozio nella Loggia dei Mercanti a Milano, curerà la vendita delle sue opere per circa un decennio. Si trasferisce successivamente a Milano, prima in via Procaccini, poi in via Cantoni, alternando la permanenza in città a lunghi soggiorni estivi a dipingere en plein air a Besano, in provincia di Varese, nelle montagne della Grigna, in provincia di Lecco, a Macugnaga, ai piedi del Monte Rosa, e sulle Dolomiti; è da annoverarsi anche il breve periodo trascorso ad Assisi nel 1937. Partecipa alle esposizioni Permanenti di Milano dal 1923 al 1939 e a diverse mostre personali e collettive a Milano, Roma, Genova, Torino, Pavia, Bergamo, Brescia e Varese. Una mostra antologica gli è stata dedicata presso il Castello di Masnago nel 1996. La sua cultura pittorica prende le mosse dalla tradizione divisionista di Previati, Pelizza da Volpedo, Grubicy e Segantini a cui aggiunge il realismo degli amati paesaggi prealpini e montani. I suoi migliori lavori del primo decennio di attività sono il trittico In Val Ceresio (1923, proprietà Locatelli); Grignetta (1924); Sole di settembre (1925); Nevicata in Val Marchirolo; Letizia di sole; Tramonto sul Generoso e Una bella giornata di marzo. Più recenti sono i quadri Vespero e Rive dorate, ora nella Galleria d'arte moderna di Milano.

Milano

Via Senato, 45

T +39 02 87 23 57 52

Mail: milano@enricogallerie.com

Genova

Via Garibaldi, 29 R

T +39 010 24 70 150

Mail: genova@enricogallerie.com

©2015 ENRICO Gallerie d'Arte - All Right Reserved - P.IVA 00985970094 | Privacy Policy | Cookie Policy | Site Map