Nato a Livorno il 20 novem¬bre 1874 e morto a Firenze il primo dicembre 1948. Allievo di Giovanni Fattori all'Accademia di Belle Arti di Firenze, al quale è legato da affettuosa amicizia, esordisce nel 1906 nel concorso per le illustrazioni della dantesca Divina Commedia indetto dai Fratelli Alinari. Nello stesso anno si reca a Parigi, poi a Londra, dove ammira la pittura inglese del Settecento e del primo Ottocento (Reynolds, Lawrence), specialmente nel genere del ritratto; infine, si trasferisce per quattro anni nel Nord America, dove svolge una fortunata attività pittorica. Inizialmente dedito alla pittura di storia, si specializza in seguito in scene di vita popolare e nella raffigurazione di animali e paesaggi. E’ anche abile decoratore ad affresco (dipinge il poema Humana gens sulle pareti e sul soffitto della biblioteca di Villa ex Magni Rizzoli, Canzo, provincia di Como). Tra le sue opere si ricordano: Metamorfosi e Belve, esposti rispettivamente all’Esposizione Internazionale d’Arte di Venezia del 1914 e 1920; il grande pastello Malnati, che gli procura il Premio Principe Umberto all’Accademia di Brera (1918); Mercato arabo, dipinto a Tunisi nel 1921 per incarico del Ministro Galicer; Baruffa (Reggio Emilia, collezione N. D. Trirelli Trampolin); Ven¬ditore ambulante, Reprimenda e Autoritratto (Bologna, collezione Montanari); La nascita del redo, II buttero e la mandria, Domatore, Dal dentista, il bozzetto Il ballo del marinaio, Avvoltoio (Bologna, collezione Badini); Il mercato degli equini a Cascina e l'Interno di stalla con mucche (Torino, collezione Innocenti); La piazza del Nettuno a Bologna in tempo di guerra, Ritratto di Mister Dudesvnold, Ritratto del cav. Eugenio Tassinari (Napoli, collezione Tassinari); Il capo (Milano, collezione Gola). Sue opere sono a Milano, Pinacoteca Ambrosiana (Dante incontra Farinata e Dante riceve Giotto); nella raccolta d’arte della Banca Intesa Sanpaolo (Ritratto del banchiere Jósef Leopold Toeplitz, 1925); Montopoli Val d’Arno, Museo Civico di Palazzo Guicciardini (il pastello Ragazza su fondo rosa, l’olio su tela Piazza della Repubblica, in comodato d’uso dal Circolo Arci Italia, il servizio da the in terracotta, in comodato d’uso dalla collezione di C. Salini) e Pieve (Battesimo di Cristo); Crespina, Villa-Museo Modigliani Pepi (l’olio su tela Ritratto di gentiluomo; i pastelli su cartone Volto, Campagna e Ragazzino; gli acquerelli su carta Giovane di Montopoli Valdarno e Butteri; la matita su carta Figure e i disegni a penna su carta con Gruppi di persone).

Milano

Via Senato, 45

T +39 02 87 23 57 52

Mail: milano@enricogallerie.com

Genova

Via Garibaldi, 29 R

T +39 010 24 70 150

Mail: genova@enricogallerie.com

©2015 ENRICO Gallerie d'Arte - All Right Reserved - P.IVA 00985970094 | Privacy Policy | Cookie Policy | Site Map